• ketyf8

DIARIO DI UNA SOGNATRICE- PARTE 2

Aggiornato il: 19 ott 2020

Questa sera ho incontrato Argia, e anche questa volta ho la testa che mi scoppia. Ho ascoltato tutta la sua infanzia, preso appunti e fatto domande su domande, tentando di immaginare gli anni della guerra in una campagna veneta, invasa dai tedeschi e già provata dal dopoguerra di qualche anno prima. Ascolto, e mi chiedo come diavolo riuscirò a scrivere un romanzo del genere: non scrivo saggistica, non scrivo libri storici né ho mai concepito trame di questo tipo! Come caxx ho potuto accettare questo lavoro? Perché mi sono messa in questo casino?? Faccio fatica ad ascoltare la donna mentre mi torturo con questi dubbi. Decido che è meglio andarmene, staccare. In fin dei conti sono le 22.00, posso finire qui per oggi, no?? E invece no, Argia a sorpresa mi mostra la casa, le mille foto della sua grandissima famiglia, colpita da altrettante mille vicissitudini. Argia mi guarda con occhi grandi e mi ringrazia per essere lì e per aver permesso che il suo sogno diventi realtà. Mi sento uno schifo mentre me lo dice, ma nascondo tutto dietro la mascherina. Il suo sogno, il mio sogno, il sogno del mondo. Alla fine si riduce tutto lì, a quell'unica, piccolissima, potentissima parola: sogno. Mastico le mie paure e decido che questo libro, in un modo o nell'altro, verrà alla luce.

#sogni #paure #beyourself

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti